per Genitori

Consigli, proposte e riflessioni

per rienergizzare la scuola (e chi ci vive dentro)

in modo consapevole

Una Prof a Forma di Mamma

Non so se vi è mai successo, ma a me spesso accadeva e accade di non sentirmi una "brava mamma" sai, quella del mulinobianco per intendersi... Bè ho scoperto una cosa: basta pensare che in quel momento, in quella situazione OGNI genitore fa il proprio meglio, compatibilmente con gli strumenti e i mezzi che ha, materiali e non, e che comunque, come dice la poesia, quando noi li mettiamo al mondo nell'amore, con il cuore, anche se ci sembra sempre di essere privi di mezzi, di non esser abbastanza bravi, non è così!!!

Grazie Kryon!

Se cresci i tuoi figli nell'amore,

non avere paura di non essere

abbastanza bravo a educarli.

L'amore è forza divina e quindi

li affidi alla forza divina,

che è nel tuo amore

e nell'amore eterno.

Perché tu sei immensamente, immensamente amato.

Kryon

 

 

Quasi primavera

QUASI PRIMAVERA

Primavera. Come reagiscono i ragazzi alla primavera? C'è chi si mette leggins, canottiere e crede di essere già in spiaggia....a scuola...mmmm... E chi si rintana nelle proprie felpe: ci avete fatto caso? Non tutti i ragazzi corrono fuori al sole, alcuni li vedi ancora imbronciati, quasi timorosi, di cosa? Del nuovo, di se stessi, di non essere ABBASTANZA BELLI, per esempio: quante volte abbiamo detto loro (soprattutto ai maschi):

“Andiamo a far spese che non ne posso più di vederti con quella felpa???” - E loro:

"Va benissimo come mi vesto, non vorrai mica ANCHE dirmi come vestirmi, VEROOOOOOOOO???”

E noi restiamo lì impalati. -

Ecco ho sbagliato di nuovo, non so proprio come prenderlo/a.

Mortificati.

Come si risolve?

Non so, io ho provato a dire: "Ok, vai a vedere in giro se c'è qualcosa che ti piace, poi mi dici ti dò i soldi e vai a prenderlo tu, ok?" “DAVVERO?????” "CERTO!"

Risultato: meno stress per entrambi e tutti contenti!

E voi come fate?

Buona Primavera a tutti!

 

Sono stanco...

Sono stanco. Non ho voglia. Chi me lo fa fare? Cosa vuoi?

Ma quella lì cosa vuole da me? È come se avessi un vuoto dentro, non so cosa fare, non so dove andare. Ma soprattutto non so chi sono: ecco forse è proprio questo il punto: dal nulla, arrivare a trovare il mio centro.Ma come si fa?

Poi oggi è sabato, i miei amici escono ma io non ho voglia.

Si, lo so che c'è il sole, vaffa… alla primavera! Ci vuole un bel coraggio ad arrivare così poco tempo prima degli scrutini. Insomma che casino!

 

A volte sono così. E noi che ce ne accorgiamo, o peggio, che ci riconosciamo in questi loro atteggiamenti, cerchiamo una soluzione che non c'è.

Non c'è nella nostra memoria, non c'è nei nostri cuori.

LA VERA DIFFICOLTA' per noi adulti è che dobbiamo inventarci UN NUOVO MODO DI REAGIRE, altrimenti cadremo in quel vecchio modo che hanno usato con noi, e questo sì che lo sentiamo.

Proviamo con: ti capisco, sono d'accordo, lo so che sei stanco, ma...

Vediamo un po' che succede, magari riusciamo ad intravedere uno spiraglio, sia in noi, che in loro.